• Dr. Tony Butt
  • Dr. Tony Butt
  • Dr. Tony Butt

Dr. Tony Butt

Surfing Ambassador

CITTÀ NATALE

Bournemouth, Inghilterra

VIVE A

Asturias, Spagna

Tony vive per la maggior parte dell'anno in un angolo dimenticato della Spagna nordoccidentale, ma trascorre l'inverno nella zona sudoccidentale del Sudafrica. Nel tentativo di convincere la gente che più interferiamo con la costa più saranno i problemi che ne deriveranno, ha dedicato la sua vita alla scrittura e all'educazione degli altri sull'ambiente costiero.

Per Tony, fare surf significa vivere il momento presente; non è un mezzo per guadagnare denaro o fama, o per dimostrare di essere migliore degli altri. "Misurarsi con onde imponenti significa essere vicini alla Natura, non conquistarla, ma comprenderla e comprendere se stessi", afferma.

PUNTI SALIENTI DELLA SUA CARRIERA
  • Negli anni Ottanta e Novanta si dedica al surf in solitaria in una serie di spot in tutto il mondo, luoghi oggi diventati famosi e molto frequentati
  • Si trasferisce nei Paesi Baschi per fare surf a Meñakoz e vi si stabilisce per 10 anni
  • Nel 1999 ha conseguito un dottorato in oceanografia; lo stesso giorno è stato pre-selezionato per il Quiksilver in Memory of Eddie Aikau Big Wave Invitational, Hawaii
  • Dal 2002, tutti gli anni si sposta a Città del Capo, Sudafrica
  • Da 17 anni, è consulente di oceanografia per la rivista The Surfer’s Path
  • Ha scritto Surf Science: An Introduction to Waves for Surfing e The Surfer’s Guide to Waves, Coasts and Climates
  • Per i successivi 15 anni frequenta un nuovo spot spagnolo di "big wave", dove si reca quasi sempre da solo
  • È stato pioniere di diversi altri spot di "big wave" in Spagna
  • In occasione dell'edizione 2011 della Global Wave Conference, riunisce personaggi influenti provenienti da tutto il mondo per condividere e scambiare idee su come tutelare le zone di surf
  • Dopo una grave lesione al collo, è riuscito finalmente a risalire sulla tavola, e oggi utilizza l'esperienza di questo incidente per motivare gli altri
  • È diventato ambasciatore di Patagonia, una posizione che gli ha dato l'opportunità di fare la differenza