Facing extinction play icon
Io sciopero per il clima Alexandria Villaseñor 14 anni, Earth Uprising

Ogni venerdì manifesto per il clima di fronte al quartier generale delle Nazioni Unite e chiedo azioni sulla crisi climatica perché la mia generazione sarà quella maggiormente colpita.

Ho deciso di diventare un'attivista del clima dopo essere tornata da una visita alla mia famiglia in California durante l'incendio di Paradise. La mia città natale dista solamente un'ora ed era inondata dal fumo. La qualità dell'aria raggiungeva 350 AQI (indice di qualità dell'aria), un punteggio classificato come "pericoloso". Poiché soffro di asma, la mia famiglia ha deciso di rimandarmi subito a New York. Ero davvero triste e, dopo aver letto alcuni libri e articoli, ho iniziato a collegare i cambiamenti climatici agli incendi e a realizzare come questi siano alimentati dalla crisi climatica. Per questo motivo ho iniziato a prestare molta attenzione al problema. Ho sentito parlare Greta Thunberg ed è stata lei a darmi la forza di uscire e manifestare. Ho manifestato per la prima volta il 14 dicembre, ed è stata la mia prima forma di attivismo in assoluto.

Man mano che la crisi climatica diventa più urgente, un numero sempre maggiore di studenti ne sarà coinvolto. È davvero sconvolgente vedere come, per i leader e i potenti del mondo, il denaro sia più importante del nostro futuro. Significa che dobbiamo scendere noi in campo ed esigere che agiscano urgentemente per il nostro futuro.

Ciò di cui la mia generazione ha davvero bisogno è il supporto. Sostenerci e proteggerci quando intraprendiamo azioni dirette. Abbiamo bisogno che tutti scendano in strada. È arrivato il momento della disobbedienza civile.

I giovani attivisti manifestano per il futuro del nostro pianeta. Rispondi con l’azione