Responsabilità ambientale

Perché

L'industria dell'abbigliamento e delle calzature è responsabile del 10% circa di tutti i gas serra emessi nel mondo: l'industria tessile da sola rilascia ogni anno nell'atmosfera più di 1,2 miliardi di tonnellate di CO2. La produzione, il trasporto, l'uso e lo smaltimento degli indumenti ha un impatto significativo sul pianeta e aumenta di pari passo con la crescita dei nostri modelli di consumo.

Patagonia fa parte di questo settore e tutta la nostra attività è implicata negli impatti che genera. Sfruttiamo acqua, agenti chimici e combustibili fossili in tutta la nostra catena di fornitura: per coltivare il cotone, per riciclare poliestere e nylon in nuovi filati, per tessere e tingere i tessuti, per trasportare gli articoli che produciamo fino ai nostri clienti.

Da anni lavoriamo lungo tutta la nostra catena di valore per ridurre il nostro impatto ambientale. Speriamo di essere d'esempio ispirando le grandi aziende globali a fare lo stesso.

I nostri risultati

Collaboriamo con altre aziende in tutto il mondo per produrre e trasportare i nostri prodotti. Lavoriamo a stretto contatto con i nostri partner per mitigare i danni ambientali causati dalla produzione di abiti e mantenere i nostri fornitori (e noi stessi) conformi ai più alti standard ambientali. Abbiamo convertito molti dei nostri materiali e processi in alternative con impatto minore. Lo facciamo non perché ci viene necessariamente richiesto, ma perché è la cosa giusta da fare. Stabiliamo un livello alto per noi stessi e lavoriamo rigorosamente con i nostri partner per trovare soluzioni alle domande più difficili del settore.

Negli anni, ci siamo impegnati in numerose iniziative volte a ridurre l'impatto ambientale di tutta la nostra attività, tra cui l'utilizzo esclusivo di cotone coltivato con pratiche organiche in tutti i nostri prodotti realizzati in cotone vergine e un maggiore ricorso ai materiali riciclati.

I prossimi passi

Patagonia è stata fondata con l'obiettivo di realizzare i migliori prodotti con il minor danno possibile. Questa etica ci guida a tenere conto di tutti gli impatti che la nostra attività crea. Tuttavia, le priorità sono importanti, quindi in previsione del 2025 ci stiamo concentrando su quattro obiettivi ambientali:

  1. Entro il 2025, infatti, diventeremo climaticamente neutrali in tutta la nostra catena di fornitura. Contiamo di raggiungere questo obiettivo riducendo la nostra impronta, investendo in progetti di energie rinnovabili e acquistando materiali certificati derivanti da progetti per il sequestro del carbonio.
  2. Entro il 2025, tutti i nostri prodotti saranno realizzati al 100% con materiali riciclati, rigenerati o rinnovabili.
  3. Entro il 2025, i nostri imballaggi saranno al 100% riutilizzabili, compostabili, rinnovabili o facilmente riciclabili.
  4. Entro il 2030, il 100% del cotone e della canapa utilizzati nelle nostre collezioni avranno la Certificazione Organica e Rigenerativa (ROC).
Ricerche popolari