• Tommy Caldwell
  • Tommy Caldwell
  • Tommy Caldwell

Tommy Caldwell

Rock Climbing Ambassador

CITTÀ NATALE

Estes Park, CO

VIVE A

Estes Park, CO

Tommy dà la colpa a suo padre per le sofferenze della sua vita. Fu lui infatti a insegnargli a usare paure e dubbi trasformandoli in ispirazione. Grazie a questo atteggiamento, Tommy ha aperto alcune delle più dure vie sportive negli Stati Uniti e ha scalato 11 vie su El Cap, nello Yosemite. Durante una storica sequenza di imprese a cavallo tra il 2014 e l'inizio del 2015, ha messo a segno la prima traversata del gruppo del Fitz Roy in Patagonia (scalando sette cime consecutive, per una lunghezza totale di 6,4 km e oltre 3600 metri di dislivello, tra neve e rocce ricoperte di ghiaccio) e ha completato la prima ascesa in libera della Dawn Wall su El Cap nel gennaio 2015. Crede che i viaggi lunghi e difficili con scarse probabilità di successo siano quelli dai quali trae i maggiori insegnamenti.

PUNTI SALIENTI DELLA SUA CARRIERA
  • Prima arrampicata libera della Dawn Wall su El Capitan, Yosemite, California
  • Prima ascesa e traversata del Gruppo del Fitz Roy, Cerro Chaltén, Patagonia
  • Prima arrampicata libera della parete Muir di El Capitan, Yosemite, California
  • Prima arrampicata libera del Magic Mushroom (VI 5.14a) di El Capitan, Yosemite, California
  • Prima arrampicata libera della parete Dihedral (VI 5.14a) di El Capitan, Yosemite, California
  • Prima arrampicata libera combinata delle vie Nose e Freerider di El Capitan, Yosemite, California
  • Prima ascesa di The Honeymoon is Over (V 5.13), Longs Peak, Colorado
  • Prima ascesa di Flex Luthor (5.14d/15a), Fortress of Solitude, Colorado
  • Prima arrampicata libera di Linea di Eleganza (VI 5.11b A3 M7), Fitz Roy, Patagonia