• Robbie Phillips

Robbie Phillips

Rock Climbing Ambassador

CITTÀ NATALE

Edimburgo

VIVE A

Nel suo furgone

La passione per l'arrampicata è nata naturalmente per questo scozzese superenergico che ha scoperto il suo vero amore per lo sport all'età di 16 anni a Kalymnos, durante il suo primo viaggio di arrampicata. Mentre stava scendendo lungo le catene di un muro di tufo di 70 metri, che brillava al tramonto di luce arancione, rossa e rosa, si fermò per chiedersi: "Potrebbe mai esistere qualcosa di più bello di questo?" Da allora, ha viaggiato in tutto il mondo affrontando numerosi ostacoli e camminando su sentieri meno battuti. Ha gareggiato a livello internazionale per il suo Paese, ha completato alcune delle arrampicate su roccia più iconiche del mondo e vanta molte prime salite in tutto il mondo.

Il suo desiderio di salire non è mai diminuito, ma prende diverse direzioni di volta in volta. A volte desidera indirizzarlo verso le grandi pareti, altre volte preferisce macigni e a volte desidera trascorrere settimane in palestra. Ama tutti gli aspetti dell'arrampicata, e ciò lo aiuta a migliorare ogni giorno. “Il mio profondo desiderio è quello di migliorare e migliorare mi ha sempre stimolato,” afferma. “In un certo senso sono ossessionato. È quello che mi porta dove sono adesso, e so che è quello che mi consentirà di continuare a migliorare".
PUNTI SALIENTI DELLA SUA CARRIERA
  • Salita del Bellavista (8b+), Tre Cime di Lavaredo, Italia
  • Salita del Project Fear (8c), Tre Cime di Lavaredo, Italia
  • Salita di Silbergeier (8b+), Ratikon, Svizzera
  • Salita di Paciencia (8a), parete nord dell'Eiger, Svizzera
  • Salita di El Niño (8a+), El Capitan, Yosemite
  • Salita di Goldengate (8a), El Capitan, Yosemite
  • Salita di Pre Muir (8a+), El Capitan, Yosemite
  • Realizzare un progetto di scalata libera a Cochamó, in Patagonia: "È il progetto più grande a cui io abbia mai partecipato e darò il massimo per portarlo a termine!"