• Arnaud Petit

Arnaud Petit

Rock Climbing Ambassador

CITTÀ NATALE

Albertville, France

VIVE A

Sigoyer, France

Arnaud Petit

A soli 12 anni, Arnaud scoprì la sua prima via tra le rocce vicino a casa. Da allora, ha messo a segno prime ascese sulle principali pareti di tutto il mondo, dalla Giordania a Taghia. Nonostante abbia già all'attivo alcune competizioni e la ripetizione di molte delle vie più ardue del mondo, ogni volta che si trova di fronte a una parete vergine si sente di nuovo emozionato come un bambino alle prime armi.

PUNTI SALIENTI DELLA SUA CARRIERA
  • Vincitore delI'FSC Climbing European Championships, 1996
  • Vincitore della IFSC Climbing World Cup, Lead category, 1996
  • Medaglia d'oro agli X-Games per il climbing nel 1996; medaglia d'argento nel 1995
  • Prima ascesa di Biographie (8c+), Ceüse, Francia
  • Prima ascesa di Voie Petit (450 m 8b) nel 1997; arrampicata libera nel 2010 della parete est del Grand Capucin, Massiccio del Monte Bianco, Francia
  • Prima ascesa di Octogenese (300 m, 8a+) e Delicatessen (150 m 8b) a Bavella, Corsica, Francia
  • Ascesa di Eternal Flame (7a+ A1), Nameless Tower, Trango Towers, Pakistan
  • Seconda ascesa di Rainbow Jambaîa (900 m, 8a), Angel Falls, Venezuela
  • Prima ascesa di Babel (800 m, 7c+), Gole di Taghia, Marocco
  • Prima ascesa di Tough Enough (400 m, 8b+), Valle di Tsaranoro, Madagascar
  • Ascesa di Ali Baba (250 m, 8a+), Paroi Dérobée, Aiglun, Francia
  • Prima ascesa di Lost in Translation (150 m, 8a), valle di Getu, Cina
  • Co-autore del volume dedicato al climbing Parois de Légende
  • Compare nei film Lotus Flower Petzl, Amazonian Vertigo, Autour de Babel, Tough Enough, Grand Libre au Grand Cap, Black Bean e J’ai demandé la lune au rocher